Mobili design: lo stile giusto per il tuo ufficio


Qual è lo stile giusto per il design di mobili in ufficio? Il grigio è il colore che più spesso viene associato agli uffici, descritti come luoghi senza personalità e privi di stimoli. Ovviamente questa non è e non deve essere la realtà, poiché stimoli e creatività sono le basi per un lavoratore produttivo. Assieme a questo binomio aggiungeremmo anche la tranquillità che favorisce non solo il buon umore ma anche la giusta concentrazione di cui ogni lavoratore ha bisogno. Per ottenere questi risultati è importante avere attorno un ambiente confortevole e nel quale trovarsi a proprio agio, sia che si parli di abbellire la propria scrivania, sia che si abbia la fortuna di poter utilizzare dei “mobili design” in un ufficio completamente nostro.

Come personalizzare la propria postazione lavorativa

Se si parla di una singola postazione è bene concentrarsi su piccoli oggetti che non tolgano spazio agli oggetti di lavoro ma che possano invece parlare di noi amalgamandosi bene al contesto. Piccole piante o un vasetto di fiori possono rallegrarci senza che ci si renda conto grazie ai colori, in particolar modo il verde che stimola e rilassa la mente. In più le piante aiutano l’ossigenazione di ambienti spesso carichi di anidride carbonica, quindi sono un ottimo alleato per le nostre lunghe giornate alla scrivania. Un altro consiglio può essere quello usare fotografie delle persone che si hanno più a cuore o di momenti divertenti che richiamino sensazioni allegre. Sono molto utili anche le immagini degli obiettivi che ci si è proposti di raggiungere, una sorta di poster motivazionale.

È bene prestare attenzione alla disposizione di tutti questi oggetti poiché possono creare confusione o portare via spazio utile a fascicoli, computer e tutto ciò che serve al proprio lavoro, quindi una delle parole chiave da ricordare sempre è: ordine! Sappiamo che in molti dicono che i geni vivono nel disordine, che sia vero o meno noi lo sconsigliamo fortemente. Una scrivania efficiente facilita la propria vita lavorativa aiutando a tenere basso il livello di stress; trovare tutto quando serve o anche solo avere un impatto visivo positivo è indispensabile per esaltare il proprio spazio ed avere un imprinting positivo con esso ogni mattina, sia che si abbia una scrivania standard sia che si sia circondati dai cosiddetti mobili design.

Come personalizzare un ufficio tutto nostro con il design di mobili

Mobili designQualcuno ha la fortuna di avere un ufficio tutto per sé, occasione questa da non sprecare per avere un arredo design di classe! Le linee guida per ricavare il massimo dal proprio spazio sono sempre le stesse: tranquillità, praticità, efficienza, ordine e buon gusto. Ovviamente il gusto cambia da persona a persona, c’è chi preferirà un arredo interni in stile etnico e chi uno che rappresenti la modernità in ogni sua forma, un buon consiglio può essere quello di creare un collegamento con la propria attività. Se si ha un’agenzia di viaggi ci potranno essere più elementi, anche contrastanti tra di loro in una certa misura, che richiamino paesi sia vicini che lontani e suscitino l’idea ed il desiderio di partire in chi osserva. Ben diverso dovrà essere ad esempio l’ufficio di un perito tecnico, di un geometra o di un commercialista.

Un consiglio è quello di scegliere superfici facili da tenere ordinate e pulite, e di non lesinare sulla qualità per poter avere un arredamento di design, che sembri sempre nuovo e di tendenza. Consigliamo a proposito di prestare particolare attenzione alla scelta della scrivania e della propria sedia, dove in genere si passa gran parte del proprio tempo in ufficio. È bene optare per dei complementi d’arredo nei quali sia facile trovare una profonda connessione tra stabilità ed estetica, comode e facili da sistemare come meglio si crede. Un altro elemento immancabile negli uffici più belli è sicuramente la libreria, utile e mai scontata; si può giocare molto sulle forme e sui colori, evitando magari linee troppo classiche. Scegliere gli arredi giusti è importante, per farlo ci si può far ispirare dai mobili di design Cassina, che ci permettono di avere un ampio panorama di scelta, spaziando tra diversi stili senza mai rinunciare a quel mix di eleganza e innovazione che tanto piace.

Come sfruttare la luce al meglio

Una volta scelti i mobili bisogna avere un’ultima accortezza: la disposizione. Quello che ogni esperto di arredamenti interni sa, è che bisogna valorizzare ciò che si è acquistato e allo stesso tempo è indispensabile trovare un equilibrio tra luce naturale e luce artificiale, combinandole in maniera virtuosa per poter sempre lavorare nelle condizioni migliori.

Quello che ogni esperto di arredamento interni sconsiglia, è avere la luce delle finestre alle spalle; l’idea migliore sarebbe avere la finestra davanti o di lato rispetto alla propria scrivania, ricordandosi di non tralasciare sistemi di oscuramento per non rimanere “accecati”. Tapparelle, scuri o più semplicemente tende scelte ad hoc di solito sono la soluzione più adatta, prima però è necessario sapere quale sarà la direzione della luce durante la giornata per evitare zone d’ombra in punti indispensabili della stanza. Delle ottime alleate in questi casi sono le lampade da terra, che creeranno l’illuminazione adatta lì dove verrà a mancare.

La luce del sole, specialmente in inverno, spesso non basta a illuminare gli uffici; ci si può affidare in questo caso a delle lampade tubolari da soffitto o magari a delle lampade LED, consigliatissime anche per le luci da tavolo. Una cosa importantissima da ricordare, soprattutto se si ha del personale, è che l’illuminazione dei posti di lavoro è regolamentata dalla norma UNI EN 12464 – 1:2011, alla quale bisogna rifarsi per non rischiare di incorrere in sanzioni da parte delle autorità competenti.

Condividi